condensazione

Caldaia a condensazione o a camera aperta?

La scelta tra le due caldaie dipende tantissimo dalla loro funzione ma anche dalla qualità del prodotto, dall’impatto ambientale e dal posizionamento. Vi illustriamo, pertanto, con una piccola guida dei suggerimenti utili all’acquisto.

Caldaia Baxi a condensazione

Quale caldaia scegliere tra le due?

Per aiutarvi nella scelta, innanzitutto, vediamo insieme alcune caratteristiche dei seguenti modelli.

La caldaia a condensazione nasce dalla necessità di ridurre al minimo i consumi per favorire il risparmio della spesa energetica. E’ una soluzione innovativa, molto consigliata, soprattutto perchè riduce l’impatto ambientale che deriva dal suo utilizzo. Rispetto a quella standard, quella a condensazione è dotata di uno scambiatore grazie al quale i fumi non si disperdono nell’aria ma vengono rimessi in circolo per recuperarne il calore.

Caldaia a camera aperta Baxi Luna

La caldaia a camera aperta è la cosiddetta caldaia tradizionale a tiraggio che sostituisce la vecchia caldaia a tenuta stagna. A Settembre del 2015 è stato imposto l’obbligo di non immettere più sul mercato caldaie al di fuori di quelle a condensazione, secondo la direttiva europea 2005/32/CE denominata “Eco-Design”. In altre parole, i modelli di caldaia tradizionale non potranno più essere installate, tranne la caldaia a camera aperta utilizzata nei rari casi in cui non è possibile sostituirla con una nuova caldaia a condensazione. Il suo funzionamento consiste nel prelevare aria dall’esterno, bruciare il gas ed emettere i fumi della combustione attraverso la canna fumaria.

I pro e i contro di una caldaia a camera aperta

Ha il vantaggio di essere una caldaia facilmente installabile, dal costo abbastanza contenuto. Per il resto, ha lo svantaggio che, per motivi di sicurezza deve essere posizionata all’esterno della casa o, comunque, in un locale ampiamente areato come in un balcone. Pertanto, essendo posta esternamente è sottoposta a continui eventi atmosferici, come il vento che, quasi sempre, la fa andare in blocco. E’, inoltre, vietato collocarla in camera o in bagno. Se si deve necessariamente installarla, oltre alla canna fumaria è obbligatorio un’apertura per la ventilazione dell’ambiente per ripristinare l’ossigeno ed eliminare l’aria viziata.

Quali sono i pro e i contro di una caldaia a condensazione?

I vantaggi sono molteplici, tra questi l’affidabilità, i bassi costi di gestione e le ridotte emissioni inquinanti. Queste ultime sono possibili grazie ad un bruciatore che riduce al minimo sia le emissioni di sostanze nocive sia i consumi di combustibili. Inoltre, utilizzandone una a condensazione si ha il vantaggio di risparmiare fino al 35% rispetto ad una caldaia tradizionale a camera aperta.
Ha lo svantaggio, però, di non essere sufficientemente adatta ad ambienti di piccole dimensioni, in quanto in un’appartamento piccolo, dove c’è un classico impianto a radiatori, una caldaia tradizionale sarebbe preferibile. E’ ovvio che l’installazione di un generatore a condensazione porterebbe un risparmio elevato, ma il tempo per recuperare i costi iniziali di acquisto e di istallazione sarebbero molto lunghi e di conseguenza sarebbe più uno svantaggio che un vantaggio.

In conclusione quale caldaia e perchè.

La scelta è evidente e salta subito all’occhio, per le prestazioni e il rendimento non resta che optare per la caldaia a condensazione, soprattutto perchè la normativa in vigore vieta l’installazione di un’impianto a camera aperta, per i motivi già menzionati. La caldaia a condensazione è il sistema ideale da posizionare in ambienti con un buon isolamento termico risultando più efficace. La prestazione energetica insieme alla resa termica la rende, inoltre, un’ottimo impianto in quanto il calore del vapore prodotto non si disperde come nelle caldaie tradizionali. Si consiglia per ambienti di grandi dimensioni e dove è necessario tenere acceso il riscaldamento per diverse ore. Tutto ciò, però, non esclude la possibilità di installare la caldaia a camera aperta quando le condizioni non sono agevoli per l’utilizzo della caldaia a condensazione, per esempio, quando in un condominio la canna fumaria è predisposta per le caldaie a camera aperta, in questo caso la scelta di installare una caldaia a camera aperta è obbligatoria. A meno che tutto il condominio decide di modificare la canna e le caldaie, passando a quelle a condensazione.

I prezzi di una caldaia a condensazione e a camera aperta

E’ ovvio che quella a condensazione ha un prezzo maggiore, rispetto a quella a camera aperta o tradizionale, che può variare dai 950€ ai 2.500€ ,oltre:
i costi di manodopera per l’installazione
per la realizzazione dello scarico della condensa
per la nuova canna fumaria
per lo smaltimento del vecchio impianto
per la manutenzione
Mentre i prezzi di una a camera aperta si aggirano tra i 650€ i 1.500€. Sono prezzi orientativi e per maggior sicurezza vi consigliamo, sempre, di richiedere vari preventivi, comprensivi di acquisto del prodotto e di installazione , per avere una panoramica ampia ed essere sicuri della scelta, con il supporto di una ditta qualificata del settore.
Noi puntiamo sulla professionalità e sulla fiducia dei nostri collaboratori e ci affidiamo ad aziende che ci forniscono articoli garantiti e ottimi per qualità/prezzo. Adesso la scelta è vostra.

Le spese sono detraibili grazie alle nuove disposizioni introdotte dalla legge di bilancio 2019 e per questo vi consigliamo di leggere il nostro post “Ecobonus 2019” dove troverete tutte le info utili se volete usufruire delle detrazioni fiscali.

Speriamo di essere stati d’aiuto fornendovi informazioni utili per orientarvi nella scelta dell’impianto. Abbiamo sintetizzato quali sono le peculiarità delle due caldaie per non confondervi ulteriormente con dettagli troppo tecnici, ma non esitate a contattarci per qualsiasi dubbio.

Chiedeteci un preventivo Facebook , InstagramYou Tube dove vi terremo aggiornati sulle nostre offerte!
Vi suggeriamo alcuni post:

La scelta di una caldaia a condensazione è la scelta di un futuro più sostenibile.
Sostituire la caldaia: i segnali da non ignorare!
Manutenzione caldaia: cose da sapere!
Caldaia a Legna a Fiamma Rovesciata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.