termostato

Sostituzione del termostato manuale con quello digitale!

Se pensiamo al  termostato tradizionale , non programmabile, che si trova in tutte le vecchie abitazioni ricorderemo il famoso termostato analogico che dovevate appunto programmare manualmente prima di uscire da casa per attivare il riscaldamento. Molti nostalgici lo preferiscono ancora oggi, ma la tecnologia va avanti e siamo passati al termostato digitale. Quindi una tecnologia avanzata che non tutti ancora conoscono. Con la nostra guida conoscerete  a cosa serve, cos’è, i benefici della sostituzione con quello tradizionale e molto altro!

Sostituzione del termostato manuale con quello digitale!

Cos’è un termostato digitale o cosiddetto”Cronotermostato”?

Il cronotermostato o termostato digitale non è altro che la versione evoluta del vecchio termostato analogico che permette  di regolare l’accensione della caldaia e del riscaldamento non solo in base alla temperatura ma anche in base a determinati programmi. Essenzialmente è un dispositivo utile a tenere sotto controllo la temperatura della vostra abitazione nei diversi ambienti della casa. Questo significa che oltre a rilevare i gradi in ogni singola stanza, è anche in grado di interagire con l’impianto di riscaldamento al fine di attivarlo solo quando è necessario per raggiungere la temperatura scelta.

Differenza tra termostato e cronotermostato!

La sostanziale differenza tra termostato e cronotermostato risiede nel fatto che il secondo, oltre a rilevare la temperatura e regolare il funzionamento degli impianti di riscaldamento o raffreddamento, dà accesso a una gestione oraria ed è quindi in grado di essere regolato secondo una logica giornaliera e stagionale, differenziando estate e inverno.

Può inoltre attivare un modulo antigelo e soprattutto, con il cosiddetto cronotermostato intelligente, permette di comunicare con l’impianto o gestirlo con un app direttamente dal vostro  smartphone, grazie all’ interazione wifi, rilevando anche un eventuale codice errore, anomalie varie e problemi al dispositivo, gestibili a distanza. Vediamo come sostituire i due modelli di termostato.

Come sostituire il termostato con uno nuovo digitale!

Il montaggio del cronotermostato è molto più semplice di quanto sembra. In commercio, oltre ai modelli ad incasso, troverete anche quelli che potrete fissare a parete senza fare alcun buco nel muro. Come fare? Dovrete fissare al muro la scocca posteriore del dispositivo, per poi agganciarvi al suo interno la parte anteriore, dopo aver installato al suo interno le necessarie batterie. Il montaggio di questo apparecchio non richiede chissà quali particolari abilità. In commercio si trovano anche modelli GSM che possono interagire con l’impianto tramite SMS per modificare le varie impostazioni, attivando a distanza il riscaldamento, diminuendone la temperatura o modificando le impostazioni in base alle condizioni meteorologiche.

Come è fatto un cronotermostato?

E’ un piccolo apparecchio che viene istallato a parete. Solitamente  la scocca è rimovibile per agevolare la sostituzione delle batterie. Sulla parte frontale è presente un display dove vengono mostrate temperature e parametri  vari, gestibili tramite una tastiera, che per i modelli di ultima generazione può essere touch, utili per monitorare la temperatura dei diversi ambienti per tutta la giornata.

Vantaggi del termostato digitale, comfort e risparmio!

Per comprendere la reale importanza del cronotermostato non dovete fossilizzarvi nel considerarlo unicamente nell’ ottica del vostro comfort. Bisogna andare oltre l’idea superficiale secondo la quale rappresenti solo una comodità.

Il cronotermostato è soprattutto un alleato nella lotta agli sprechi, peculiarità che fa bene alle tasche di tutti, visto il considerevole risparmio in bollette a lungo termine, oltre ad avere un’importanza dal punto di vista ecologico e della sostenibilità.

Un’ altro vantaggio è che non sono difficilmente programmabili, hanno un funzionamento piuttosto intuitivo e si possono gestire, come già detto, dal vostro cellulare per regolare la temperatura di casa anche quando si è lontani. Tutto questo è il potere della tecnologia che ci aiuta a risparmiare denaro e tanto stress, pensate solo che dopo una lunga giornata fuori di casa rientrate negli ambienti domestici e trovate il caldo confortevole. Non pensateci troppo, cosa aspettate è tempo di risparmiare!!!

Quanto costa un termostato digitale?

Oggi la gamma di prodotti di termostati digitali è molto ampia ed i prezzi possono variare dai €50 ai €300.

Se proprio si vuole economizzare si potrà ancora acquistare il classico termostato che funziona  muovendo una levetta a destra e sinistra per selezionare la temperatura.

Questo tipo di termostato è l’opzione meno cara disponibile sul mercato.

Ma come sapete solo investendo in una spesa maggiore si avrà un risultato migliore e con il tempo ammortizzate anche la spesa risparmiando notevolmente in bolletta!

Oltre al cronotermostato ci sono altri accessori che vi permetteranno di risparmiare sulle spese di riscaldamento, ne abbiamo parlato in alcuni articoli come:

E’ possibile staccarsi dal riscaldamento centralizzato? 

Addio alla lampada alogena, benvenuto led!

Riscaldamento a pavimento cos’è e come funziona!

Seguici anche sui canali social: Instagram! Facebook!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.