Risparmiare con i pannelli termoriflettenti!

Bisogna proteggersi dal freddo, con l’arrivo della stagione invernale e di un clima sempre più rigido. Il riscaldamento comporta l’uso di ingenti risorse economiche e far quadrare il bilancio familiare, soprattutto in questi tempi di forte crisi economica, non è certo facile. Per chi riscalda l’ambiente domestico con i termosifoni, un aiuto concreto è dato senza dubbio dai pannelli termoriflettenti. Vediamo insieme come possono essere utili, a cosa servono, perchè vi fanno risparmiare!

Pannelli termoriflettenti cosa sono?

pannelli termoriflettenti per termosifoni sono superfici applicate in corrispondenza dei radiatori con lo scopo principale di riflettere il calore, facendo sì che l’aria calda non venga a contatto con la parete e si disperda, in maniera tale da mantenere maggior calore all’interno dell’ambiente.

Di conseguenza  si potrà risparmiare di molto sulle spese di riscaldamento, in quanto aumentano di circa il 10% il rendimento dei radiatori, aumentando conseguentemente  l’efficienza energetica dell’intera abitazione.

Questi pannelli sono, in pratica, formati da superfici di polietilene e ovatta, accoppiate e termofuse con dei fogli di alluminio: grazie alla superficie argentata di questi fogli, il calore viene riflesso.

Inoltre, il polietilene espanso è un materiale dai numerosi vantaggi. Andiamo a scoprirli.

I vantaggi dei pannelli termoriflettenti per termosifoni!

Il polietilene espanso è un materiale, innanzitutto, isolante, termoresistente, ignifugo ed atossico e i pannelli termoriflettenti, costituiti da questo materiale, presentano a loro volta i seguenti vantaggi:

  • Sono leggeri.
  • Sono facili da trasportare.
  • La loro posa in opera è molto semplice .
  • Minimo ingombro poiché i pannelli termoriflettenti sono solitamente spessi pochi millimetri.

I pannelli termoriflettenti si rivelano particolarmente utili quando, in particolare, si sta intervenendo in un edificio privo di un’elevata coibentazione e, di conseguenza, che mostra una cattiva conservazione del calore.Inoltre per l’ installazione non sono necessarie opere di muratura .Possono essere facilmente integrati nell’arredamento esistente , grazie alla disponibilità di finiture identiche al colore e alla grana del muro sui quali andranno applicati.
Ma parliamo di costi!

I costi sono davvero così contenuti?

Si, proprio così, i costi sono davvero abbastanza contenuti, soprattutto in relazione ad altri strumenti per l’ottimizzazione energetica. Mediamente l’acquisto dei materiali la spesa varia dai 7 ai 20 euro al metro quadrato, a seconda della qualità prescelta. A questi dovranno essere eventualmente aggiunti i listini d’installazione.

Come funzionano e come si installano i pannelli termoriflettenti?

pannelli termoriflettenti funzionano per convezione, conduzione ed irraggiamento.

Ovvero essi si scaldano per convenzione e quindi il passaggio di calore, detto anche conduzione, avviene tra due fluidi, l’acqua e l’aria; dal radiatore si diffonde, per irraggiamento un flusso di aria calda che va verso il centro della stanza, poi si eleva cedendo calore e raffreddandosi riscende verso il pavimento per poi riprendere nuovamente il ciclo convettivo.

Visto che i caloriferi erano disposti sotto le finestre o nelle pareti con affaccio esterno, su un balcone, su un vano della scale etc. gran parte del calore si disperdeva. Oggi la soluzione, come già accennato, è l’installazione dei pannelli termoriflettenti. Tuttavia è opportuno anche fare attenzione alla loro pulizia, in quanto, mantengono inalterata la loro efficienza finché la superficie non risulta sporca, quindi, devono essere puliti periodicamente.

Per quanto riguarda l’installazione dei pannelli termoriflettenti per caloriferi, essa si rivela molto intuitiva. Una volta acquistati i fogli si tagliano mediante il semplice utilizzo di un taglierino e si applicano con bioadesivi, colle o chiodi.

Ma si trovano facilmente in commercio?

Sul mercato si possono trovare,senza alcuna difficoltà, rotoli di pannelli termoriflettenti di diverse dimensioni. Tuttavia è sempre bene acquistare fogli che abbiano uno spessore non superiore ai 6 mm. In commercio, presso i negozi di casalinghi o punti vendita specializzati, è possibile trovare i pannelli su misura, oppure in rotoli. In questo caso sarete voi a dover ricavare i singoli pannelli, adattando forma e dimensioni in relazione al termosifone. Applicare questi pannelli è davvero un’operazione piuttosto facile, non servirà  neanche smontare ogni singolo radiatore.

Un piccolo consiglio: i termosifoni non dovrebbero mai essere coperti in modo tale da limitarne la capacità calorifica; tuttavia, sopra il termosifone si possono anche installare delle piccole mensole che, oltre a riparare il termosifone dalla polvere, eviterà anche il formarsi di quegli antiestetici “baffi” prodotti dal flusso d’aria calda verso l’alto.

 

Post suggeriti:

Quanto è conveniente la stufa elettrica portatile?>>>>

Pronti a riscaldare la vostra casa con il termocamino?>>>

La scelta di una caldaia a condensazione è la scelta di un futuro più sostenibile!>>>>>

Richiedi subito un sopralluogo gratuito e affidati a un professionista esperto!

Seguici anche sui canali social: Instagram! Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un momento...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Sconti, offerte e tantissime proposte per essere sempre aggiornato