termocamino

Pronti a riscaldare la vostra casa con il termocamino?

Tornando a casa a chi non piacerebbe trovare un’ambiente caldo e confortevole ? Ci sono diversi modi per riscaldare gli ambienti delle nostre abitazioni, uno di queste è l’utilizzo del Termocamino. Prima che arrivi l’inverno adoperiamoci per trovare i modelli migliori scegliendo in base ai consumi, al rendimento, al prezzo e anche al design! Continuate a leggere, vi assicuro che scoprirete un’argomento davvero interessante!

Cos’è un Termocamino?

Il termocamino è la versione moderna del camino tradizionale. E’ un sistema di riscaldamento per gli ambienti domestici collegato al riscaldamento dell’acqua sanitaria e dell’abitazione dove è collocato, che affianca o sostituisce il sistema tradizionale permettendo un notevole risparmio. Se scegliete di acquistare un termocamino per riscaldare la vostra casa, tenete presente che inizialmente rappresenta un costo non indifferente ma, visti e considerati i benefici che si possono ottenere, la scelta sarà davvero interessante. La prima cosa che dovrebbe spingervi a prediligere l’acquisto di un termocamino è la riduzione del consumo di combustibile, inoltre se la vostra casa si sviluppa su più piani, questo non significa che bisogna utilizzare più unità di riscaldamento poichè i termocamini di oggi dispongono di canali di distribuzione capaci di diffondere il calore in ogni stanza evitando anche gli sbalzi termici! Ma vediamo come funziona.

 

Conosciamo il suo funzionamento!

 

Partiamo dalla struttura di un termocamino, questo sistema di riscaldamento è dotato di una struttura esterna caratterizzata da un vetro termico importante sia per la sicurezza sia perché aumenta il rendimento energetico del termocamino stesso. Di una struttura interna, che è il cuore del termocamino, il cosiddetto “Focolare”rivestito di materiali termoisolanti coma la ghisa, zona in cui avviene la combustione. All’interno i materiali resistenti al calore permetteranno alla struttura di resistere anche a temperature molto alte. Comunque nonostante la tecnologia sia andata avanti, ancora oggi i termocamini funzionano sulla stessa base di quelli tradizionali. Il termocamino è provvisto anche di cappa e canna fumaria. I fumi prodotti dalla combustione vengono convogliati grazie alla cappa che li raccoglie nella canna fumaria che li farà poi uscire dal comignolo. Una combinazione semplice e innovativa allo stesso tempo. Parliamo adesso dei modelli di termocamini presenti in commercio!

Termocamini ad aria e ad acqua!

Vi sono due tipologie principali:

Termocamino ad aria è dotato di una serie di bocchette per la fuori uscita dell’aria calda, ed è molto più simile ad un tradizionale camino poichè non prevede nessun collegamento con il sistema di riscaldamento della propria abitazione.Il calore rilasciato dalla combustione del termocamino ad aria non si disperde nell’ ambiente dalla canna fumaria, ma riscalda l’aria all’interno di un’intercapedine. L’aria riscaldata si diffonde nella stanza scaldandola e attraverso un sistema di canalizzazione dell’aria con tubi di alluminio, l’aria calda viene trasportata anche nelle altre stanze vicine. Nonostante questo sistema di funzionamento, il termocamino ad aria non sostituisce completamente l’utilizzo di una caldaia.

 

 

Termocamino ad acqua è collegato attraverso scambiatori di calore all’ impianto di riscaldamento del pavimento o dei termosifoni.

Il calore rilasciato dalla combustione, riscalda l’acqua dell’impianto di riscaldamento, per poi arrivare nei termosifoni o nel sistema di riscaldamento sotto il pavimento.  In questo caso il riscaldamento dell’acqua è tempestivo e la temperatura può essere anche molto alta.

Questa tipologia di termocamino può rivelarsi conveniente per sostituire completamente la caldaia, in quanto consente di fornire acqua calda sanitaria sia al bagno che alla cucina.

 

Vantaggi e svantaggi di un termocamino ad aria!

Un vantaggio del termocamino ad aria è quello di distribuire in maniera uniforme il calore in tutte le stanze della casa e non solo, inoltre è fondamentale non sottovalutare l’importanza del risparmio energetico. Tra gli svantaggi di questo sistema dobbiamo ricordare l’umidificazione dell’aria: questo tipo di termocamino ha l’inconveniente di seccare l’aria degli ambienti domestici, comportando conseguenze negative per quanto riguarda la salubrità dell’aria. Problema facilmente risolvibile dotandosi di umidificatori che lasceranno l’aria degli ambienti perfettamente salubre.

Vantaggi e svantaggi di un termocamino ad acqua!

Il più importante beneficio di questo sistema e quindi un suo vantaggio è quello di ottenere con un unico strumento più risultati ovvero parliamo di riscaldamento e di acqua calda e  soddisfare così i nostri fabbisogni domestici. I termocamini ad acqua possono realisticamente essere un’alternativa alle caldaie che usano il gas come combustibile. In questo modello di termocamino è presente un serbatoio che permette di avere acqua calda per tutto il tempo che desiderate: questo particolare strumento è pensato per mantenere l’acqua sempre a temperatura evitando di riscaldarla costantemente. Grazie all’ampia camera di combustione presente il calore viene diffuso in maniera omogenea. Potrete così sfruttare pienamente l’uso del vostro termocamino per garantirvi il giusto comfort termico soprattutto in vista di inverni rigidi. Lo svantaggio di questo sistema è il suo costo, che è notevolmente superiore rispetto al termocamino ad aria.

Termocamino a legna e a pellet!

Lo so vi starete chiedendo perchè scegliere un termocamino a legna e pellet insieme? Vediamo se qualche piccolo suggerimento vi può risultare interessante. Oggi in commercio ci sono le due versioni :termocamini a pellet e termocamini a legna ,magari ne parleremo in un’altro post, ma quello che vi potrebbe affascinare se volete il massimo è la scelta di un’apparecchio a doppia funzionalità e doppia resa.  Grazie a questo prodotto il cliente ha contemporaneamente a disposizione: un termocamino efficiente, gli automatismi propri di una stufa a pellet ed un vero camino, di cui godere tranquillamente. Aggiungiamo che il termocamino legna/pellet è un vero e proprio elemento di arredo. È un termocamino di nuova generazione, con circuito chiuso o aperto che riduce i costi di installazione e i consumi, ideale per chi vuole affidarsi alla comodità e alla praticità.  Il funzionamento a pellet permette di avere un prodotto programmabile e con diverse funzioni automatiche, dall’accensione all’ autodosaggio del combustibile, dalla regolazione dell’intensità della fiamma alle operazioni di pulizia. Inoltre il sistema del pellet a caduta, e qui viene il bello, annulla i consumi quando è spento, rende facile e pratico il passaggio da pellet a legna. Il tutto in assoluto equilibrio con l’ambiente.  L’eccezionale rendimento anche a porta aperta permette di utilizzare il termocamino come un classico camino, senza perdere minimamente nel rendimento e nel riscaldamento dell’abitazione!

Manutenzione termocamino: pochi gesti ma grandi risultati!

I nuovi termocamini rispecchiano il meglio che il settore del riscaldamento ha da offrire, nuove tecnologie e nuove rese. Per ottenere,però,  il miglior rendimento dal vostro termocamino, è necessaria una manutenzione periodica. Prima di procedere alla manutenzione è bene ricordare che questa va effettuata a termocamino freddo e completamente spento, per evitare possibili ustioni. Ecco dunque cosa è opportuno fare per mantenere ben funzionante il vostro termocamino. Durante l’inverno o i periodi in cui lo utilizzerete maggiormente, è consigliabile rimuovere la cenere almeno una volta al giorno. Usate semplicemente un pennello asciutto per rimuovere la fuliggine prodotta dalla combustione, pulite il cassetto affinchè la fuliggine raccolta non impedisca all’aria di passare. Magari per evitare che lo sporco rimanga attaccato sul vetro pulitelo con acqua calda e una spugna strofinando delicatamente. Infine, una volta all’anno è raccomandabile una pulizia profonda della canna fumaria. Poiché un’eccessiva quantità di scorie può provocare problemi nello scarico dei fumi e ridurre drasticamente l’efficienza della macchina. Una canna fumaria ben pulita infatti garantirà un tiraggio ottimale!

Quanto costa un termocamino?

Le variabili dei costi sui termocamini sono molte, quindi non possiamo dare cifre standard o a caso, per essere professionali dovremmo dirvi di vedere un pò in giro cosa offre il mercato. Però indicativamente sappiamo che i prezzi, per esempio, di un termocamino ad acqua è maggiore di quello ad aria per le differenze di funzionalità tra i due impianti. Potrebbe influire sul prezzo inoltre  la complessità dell’installazione, il tipo di combustibile che andremo a scegliere e la potenza termica. La spesa generalmente oscilla tra i 1.500 euro per i modelli più economici e dall’ installazione più facile, fino a 6.000 euro, installazione inclusa, per i modelli più complessi che devono essere allacciati anche alla rete dell’acqua calda!

Se vi è piaciuto questo articolo, volete fare domande specifiche o lasciare un commento, siamo disponibili a rispondervi con la massima professionalità!

Se avete intenzione di ristrutturare o altro, vi potrebbero interessare anche:

Riscaldamento a pavimento cos’è e come funziona!

Caldaie Savio benessere da istallare!

Vietato l’uso delle stufe a pellet per alcuni comuni!

Seguiteci su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un momento...

Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi ulteriore sconto 5% su offerte

Inoltre sarete aggiornati su tutte le offerte di caldaie e condizionatori e consigli sul nostro blog