valvole termostatiche

Obbligo valvole termostatiche!

Ormai è obbligatorio avere le valvole termostatiche sui termosifoni per tutti gli immobili con il riscaldamento centralizzato.  Infatti è vivamente consigliato mettersi in regola per chi non l’avesse ancora fatto perchè le sanzioni sono elevate e una valvola vi costerebbe il triplo del valore di mercato. Tutte le informazioni da sapere: come funzionano, quanto costano, chi è escluso dall’obbligo e le sanzioni previste per chi non si mette in regola. Occhio che la normativa è obbligatoria già dal 2017 secondo il decreto legislativo del 4 luglio 2014, n. 102. Ma vediamo nello specifico cosa c’è da sapere!

Cosa sono e a cosa servono le valvole termostatiche?

Le valvole termostatiche sono dei regolatori di portata di fluido termovettore all’interno dei radiatori che funzionano  in modo autonomo, cioè senza alcun bisogno di energie sussidiarie. Sotto il profilo energetico, le termostatiche sono in grado di controllare indirettamente la temperatura degli ambienti evitando il surriscaldamento degli stessi. Sia in caso di impianti autonomi che centralizzati, laddove non esista un controllo puntuale della temperatura, questi elementi permettono di sfruttare l’energia termica derivabile da fonti gratuite quali  il sole, per esempio, gli apporti termici delle persone, il calore derivante dagli elettrodomestici e dall’illuminazione. Sono inoltre degli elementi che rendono più omogenea la distribuzione del calore nel caso di edifici su più livelli dove, solitamente, ai piani alti vi è sempre un ritardo nel raggiungimento della condizione di confort talvolta neppure raggiunta prima dello spegnimento giornaliero dell’impianto. Vediamo come funzionano!

Come funzionano le valvole termostatiche?

Attraverso la regolazione delle valvole, il calore viene dosato e suddiviso nelle varie stanze dell’appartamento in maniera differente.  In genere il livello di intensità del calore impostato attraverso le valvole va da 0 a 5 e una volta raggiunta nella stanza la temperatura desiderata la valvola si chiude e il termosifone viene escluso dall’impianto interrompendo il riscaldamento di quell’ambiente. Nel momento in cui la temperatura riscende la valvola si riapre, riattivando così il termosifone. Se non utilizzate una stanza, con le valvole, avete la possibilità di non accendere solo quel termosifone, riscaldando comunque il resto della casa. Si possono così ridurre gli sprechi e le dispersioni. Con le valvole diminuisce notevolmente il consumo di gas per il riscaldamento dell’appartamento e il risparmio energetico ed economico è garantito.

A cosa serve la valvola termostatica?

La valvola termostatica consente di:

  • Controllare l’emanazione di calore dell’impianto per ogni singolo ambiente.
  •  Bilanciare automaticamente l’impianto.
  •  Valorizzare gli interventi di coibentazione termica dell’impianto.
  •  Controllare in maniera indiretta, la temperatura di ritorno di un impianto a radiatori.

Obbligo di installazione valvole termostatiche e contabilizzatori di calore!

L’obbligo di installare le valvole termostatiche è stato introdotto in Italia con il decreto legislativo n. 102/2014, a seguito della direttiva UE 2012/27. Secondo l’articolo 9 del suddetto Decreto Legislativo è necessario contenere i consumi attraverso la contabilizzazione di ciascuna unità immobiliare e la suddivisione delle spese in base ai consumi effettivi delle medesime.

Considerando che moltissimi studi hanno dimostrato che la maggior quantità di emissioni in atmosfera viene prodotta da immobili residenziali, gli stabili dotati di impianto di riscaldamento centralizzato rappresentano una bella fetta di tale categoria, considerando la produzione di energia non commisurata in base alle reali esigenze e la relativa dispersione.

Il contabilizzatore del calore abbinato alla valvola termostatica viene  montato, sempre su ogni singolo termosifone.

Il contabilizzatore, chiamato anche ripartitore o contacalorie, l’apparecchio è in grado di misurare il calore effettivo che viene consumato. I modelli più moderni consentono la lettura a distanza via wireless mentre a volte è necessaria la lettura periodica dei contabilizzatori da parte del tecnico.

In questo modo alla fine sono due le quote che si pagheranno per il riscaldamento:

  • quota fissa, in base ai millesimi di riscaldamento dell’appartamento.
  • quota variabile, in funzione dei consumi realizzati, misurati dai contabilizzatori.

Come evitare le sanzioni?

L’unico modo per evitare il pagamento delle sanzioni in caso di mancata installazione delle valvole termostatiche è eseguire i lavori immediatamente e sicuramente prima dell’accensione dei riscaldamenti nei condomini. Tuttavia ancora oggi non sono pochi i casi di amministratori di condominio in ritardo, causando il rischio di sanzioni pesanti per i condomini. Infatti, in caso di mancata delibera da parte dell’assemblea di condominio, sono i proprietari degli immobili a dover pagare le multe. In questi casi si consiglia di richiedere l’immediata convocazione dell’assemblea di condominio al fine di dare la più presto l’incarico ad un professionista e contattare la società che dovrà installare le valvole termostatiche.

La multa per chi non installa le valvole per il riscaldamento!

Coloro che non adegueranno il sistema di riscaldamento come previsto dalla legge rischiano una multa che va da 500 a 2.500 euro per unità immobiliare. Oltre alla multa ci sarà anche la diffida a provvedere all’adeguamento entro 45 giorni. La sanzione va moltiplicata per tutti gli appartamenti presenti nel palazzo, con aggiunta una multa a carico del condominio. In ogni caso, i condomini che hanno già installato i contatori e ripartito i costi secondo quanto previsto dal precedente Dlgs 102/14 non dovranno fare alcuna modifica.

Quanto costa installare le valvole termostatiche e i contacalorie?

Il costo per installare una valvola varia molto a seconda del modello e della tecnologia. Alcuni sistemi consentono la trasmissione dei dati sui consumi a distanza inviandoli a una centralina posta nelle parti comuni dell’edificio, evitando così il passaggio del tecnico per la lettura.

In generale il prezzo per un singolo termosifone si aggira tra i 70 e 100 €, inclusa l’installazione e l’eventuale sostituzione delle pompe di circolazione dell’acqua dell’impianto. Per l’intervento non sono necessari lavori di muratura, le valvole vengono installate in mezza giornata e l’operazione non comporta disagi ma solo risparmio.

Esenzione dall’ obbligo di installare le valvole termostatiche!

L’obbligo dei termostati non sussiste in due casi specifici:

  • Impossibilità tecnica dell’installazione
  • Non convenienza economica

In entrambi i casi un tecnico abilitato deve dimostrare la condizione presente nell’immobile attraverso una relazione tecnica.  A volte l’operazione di adeguamento potrebbe essere troppo complicata e non conveniente dal punto di vista tecnico ed economico, ad esempio in presenza di impianti antiquati con pannelli radianti a pavimento.

Alcuni consigli utili per utilizzare bene le valvole e per risparmiare sul riscaldamento!

Quando si accumula l’aria nei termosifoni, rallenta la circolazione dell’acqua e dunque il processo di riscaldamento. Spurgare i termosifoni è un’operazione semplice senza l’intervento di un tecnico.

Negli ambienti più frequentati, come il soggiorno, la temperatura suggerita è di 20°C, anche per non avere forti escursioni con l’esterno. Nelle camere non utilizzate imposta al minimo il regolatore, risparmiando ulteriormente.

In caso di assenze prolungate lascia la temperatura al minimo (livello 1 o 2 sulla valvola): il consumo è minore se la temperatura è costante rispetto all’aumento repentino al rientro se la casa è molto fredda.
 
Evitare di collocare indumenti bagnati, tendaggi o copricaloriferi sui termosifoni aiuta ad ottenere l’effetto migliore e ad evitare alterazioni sulla misura del calore da parte del contabilizzatore. Con le finestre ben aperte sono sufficienti 5 minuti per far areare una stanza: meglio farlo più spesso altrimenti l’ambiente si raffredda troppo con un conseguente consumo maggiore di gas.
 
Quando la caldaia centralizzata è spenta (da aprile a ottobre) è bene posizionare la valvola al massimo (livello 5 o 10) per evitare otturazioni e problemi di pressione. I benefici sulla bolletta di ognuno dipendono anche dal comportamento complessivo degli altri abitanti del palazzo.
 
Potete richiedere il nostro intervento, per un sopralluogo gratuito.

Il prezzo che offre Italstroy per kit valvole termostatiche è di 45 €+Iva a radiatore!

Per info sui nostri post visitate il nostro “Blog”>>>>>

Seguiteci su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un momento...

Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi ulteriore sconto 5% su offerte

Inoltre sarete aggiornati su tutte le offerte di caldaie e condizionatori e consigli sul nostro blog