impianto radiante a secco

Impianto radiante a secco!

Avete acquistato una casa da ristrutturare e avete pensato di installare un’impianto di riscaldamento a pavimento e non avete lo spessore giusto per realizzarlo? Sappiate che la soluzione c’è, si può creare il pavimento radiante con posa a secco. Questa tecnica permette di avere un impianto di riscaldamento a pavimento anche in assenza dello spessore per il massetto. Vediamo in dettaglio la posa a secco, i vantaggi, i costi, i materiali da utilizzare e tanto altro!

Cos’è l’impianto radiante a secco?

impianto radiante a secco

Oggi, analizzeremo un sistema di riscaldamento molto diffuso e utilizzato in Italia, ovvero il “sistema radiante a secco”.
Il sistema radiante normalmente definito “a secco” non è altro che una innovativa tecnologia che consente di risparmiare notevolmente, grazie alla diffusione del calore per irraggiamento dal pavimento. In più rispetto ai sistemi tradizionali prevede l’utilizzo di materiali differenti e non solo, infatti tale sistema, non prevede, ad esempio,  la posa del massetto al di sopra dell’impianto.
Ma in che senso vi starete domandando?  Quando si deve fare un impianto di riscaldamento con un pavimento radiante classico è necessario avere il giusto spessore nel pavimento di circa 15 cm e per fare il solo massetto servono dai 3 cm ai 5 cm per la posa corretta del pavimento.
Ma se non abbiamo questi cm di spessore e vogliamo comunque fare il nostro impianto, la posa a secco è una valida alternativa in quanto ci permette di eliminare i cm di spessore del massetto. Vediamo come.

Com’è fatto un impianto radiante a secco?

Questo tipo di impianto è costituito da una serie di tubazioni che vengono disposte sotto il pavimento. Successivamente sulle stesse tubazioni vengono posizionati dei pannelli composti da poliuretano.
Sulla superficie dei pannelli vengono poste delle lamelle in alluminio, sagomate in modo tale da contenere la tubazione e permettere al calore di diffondersi dal basso verso l’alto.
Questo nuovo sistema avendo uno spessore molto ridotto non occupa tanto  spazio, quindi con pochi millimetri di spessore si avrà un’ottimo impianto radiante a secco.
Ma non dimenticatevi che  i pannelli per impianti radianti a secco devono rispettare la normativa Europea UNI EN 1264 che riguarda gli impianti a pavimento alimentati ad acqua calda.

Ma cosa circola nelle tubazioni?

Nelle tubazioni di questi sistemi di impianto a secco circola acqua a bassa temperatura come in tutti gli impianti di questo tipo.
Infatti impianto a secco non significa senza acqua, ma senza massetto sovrastante.

Cosa si può usare per riscaldare l’acqua in questi impianti radianti a secco?

Il calore per riscaldare l’acqua che circola nell’impianto può essere prodotto con qualsiasi sistema di riscaldamento che possono benissimo essere le caldaie a condensazione, caldaie a gas, pellet, legno o solare termico, l’importante è adottare il giusto sistema impiantistico presente nelle vostre abitazioni.

Vediamo dove possiamo installare il sistema radiante a secco e quali sono i costi!

Questo tipo di impianto fondamentalmente si può installare in qualsiasi tipo di costruzione che sia nuova oppure già esistente. Mentre per le abitazioni da ristrutturare può essere semplicemente posizionato su pavimenti già esistenti. Ma quanto costa?
Il costo varia in base allo spessore dei pannelli radianti e oscilla tra i 50€ e i 100€ al metro quadro. In più se volete isolare gli ambienti acusticamente o utilizzare materiali ecologici ovviamente i costi aumentano.

Quali sono i vantaggi della posa a secco?

Il posizionamento di un sistema radiante a secco diventa una necessità dove non abbiamo il giusto spessore per la costruzione del massetto. Ma la posa a secco presenta altri vantaggi tra i quali la velocità di installazione poichè i pannelli non richiedono la posa del massetto cementizio, l’impianto può essere istallato sopra il pavimento preesistente.

Altro vantaggio è che questo impianto è di spessore ridotto e permette una facile istallazione, anche in pochi giorni e in edifici da ristrutturare. Inoltre il radiante a secco per pavimenti ha una bassissima inerzia termica rispetto al riscaldamento a pavimento a massetto, con un risparmio energetico del 10%-15%

Ma è una tecnologia affidabile?

Sinceramente gli impianti di riscaldamento a secco rispetto ai tradizionali impianti non sono cosi nuovi, ma sono poco conosciuti in Italia. Infatti questi sistemi sono regolarmente utilizzati in altri paesi da molti anni, in quanto avendo una maggiore esperienza rispetto a noi per quanto concerne le varie tecniche di riscaldamento, di coibentazione delle abitazioni, hanno riscontrato prima di noi i problemi legati al tradizionale impianto radiante. Ma in che senso?  Sia per l’elevata inerzia termica generata dal massetto sia per l’eccessivo spessore del sistema. Ma ad oggi a fronte delle nuove tecnologie il sistema è stato notevolmente migliorato tanto da ritenerlo al massimo dell’efficienza.

Il consiglio migliore è di richiedere un preventivo per valutare il costo al metro quadro di un’impianto radiante  a secco ad un tecnico specializzato che con un sopralluogo valuta lo stato del pavimento già esistente. Solo in questo modo sarà in grado di stimare e valutare qual’è il miglior sistema radiante a secco.

Contattateci per un preventivo gratuito!>>>>>>>>>>>

Avete trovato interessante il nostro articolo su impianto radiante a secco? Potete leggere anche:

E’ possibile staccarsi dal riscaldamento centralizzato?>>>>>>

Scaldabagno elettrico istantaneo conveniente o no?>>>>>>>

Risparmiare con i pannelli termoriflettenti!>>>>>>>

Seguiteci anche sui canali social: Instagram! Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.