condizionatore senza unità esterna

Condizionatore senza unità esterna-Meno impatto visivo

Non  possiamo rinunciare ad un pò di refrigerio nelle lunghe giornate estive e non avere in casa un climatizzatore perchè non possiamo istallare nel nostro condominio un’unità esterna. Allora vogliamo grondare di sudore, agitando qualsiasi cosa ci porti un pò d’aria?  No e quindi troviamo la soluzione con l’istallazione di un’impianto di climatizzazione senza unità esterna.Vediamo insieme quali sono i pro e contro della scelta e le varie soluzioni!

Perchè scegliere un condizionatore senza unità esterna!

 

Dover posizionare il condizionatore senza unità esterna può essere subordinato a vincoli paesaggistici, architettonici,oppure potrebbe essere un divieto inserito nel regolamento condominiale che vieta di collocare un impianto di condizionamento esterno.Oppure si preferisce non avere niente di ingombrante o antiestetico sul balcone di casa. I condizionatori senza unità esterna sono progettati per svolgere insieme le funzioni che normalmente sono a carico di due apparecchiature diverse ovvero lo split interno e l’unità esterna. Questo li rende più ingombranti perché in un unico corpo sono incorporate due unità una evaporante e una condensante. Per ridurre l’ingombro sono nati i climatizzatori monoblocco da incasso o  senza unità esterna.

Come si istalla un condizionatore senza unità esterna?

 

Decidere dove istallare questo tipo di climatizzatore non è difficile perchè può essere posizionato ad altezze diverse, con l’accortezza di seguire alcune indicazioni, relative alle distanze minime dai muri perimetrali e dal soffitto, dati che di solito si trovano  nel manuale di istruzioni. Se volete cimentarvi però nell’istallazione di un climatizzatore senza unità esterna perchè vi hanno detto che non richiede particolare esperienza vi consigliamo di pensarci bene e di chiedere comunque la supervisione di un tecnico istallatore. Il passo successivo è praticare due fori alla parete di diametro contenuto (solitamente tra i 16 cm. e i 18 cm), che consentono di prelevare ed espellere l’aria da e per l’esterno, dopodichè verranno posizionati all’interno di ognuno di essi le griglie pieghevoli in dotazione senza incidere sull’estetica dell’immobile o della facciata. Durante l’installazione bisogna fare attenzione a non bucare cavi elettrici, tubazioni di acqua o di gas e bisogna tenere il climatizzatore a debita distanza da altri elettrodomestici della casa.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei climatizzatori senza unità esterna?

Il condizionatore senza unità esterna funziona come alternativa quando non è possibile installare la soluzione classica da esterno. Questo è uno dei vantaggi di questi impianti e possiamo elencarne altri :

  • Integrazione dell’unità evaporante con quella condensante che elimina completamente gli ingombri diminuendo lo spazio occupato dall’impianto.
  •  Riduzione del rumore del motore grazie alla mancanza dell’unità esterna, quindi, tutti i problemi con il condominio, vengono aboliti automaticamente.
  •  Manutenzione pratica favorita dalla posizione interna del dispositivo che permette interventi più comodi.
  • Costi di installazione bassi rispetto a quelli di altri tipi di climatizzatori.

Ma  i condizionatori senza unità esterna presentano anche qualche piccolo svantaggio:

  • Bisogna necessariamente posizionare il dispositivo su una parete comunicante con l’esterno, per creare i fori di entrata e di fuoriuscita d’aria.
  • La resa energetica del condizionatore interno è minore rispetto a quella dell’elettrodomestico con il motore esterno.
  • Il rumore esterno è sicuramente quasi inesistente ma siccome tutte le parti della macchina sono integrate in una sola unità, il rumore all’interno non si riduce, quindi salviamo i rapporti con i vicini ma ci teniamo un piccolo rumore,che possiamo evitare con dispositivi interni che abbiano caratteristiche che aiutano a limitare il rumore.

I prezzi e i modelli dei climatizzatori senza unita’ esterna!

I modelli in commercio sono molti e il listino prezzi varia dai modelli più economici, a partire da 500 euro, per arrivare ai prodotti realizzati con materiali di alta qualità che assicurano una lunga durata, acquistabili a circa 3000 euro. Se si vive nelle grandi città dove il caldo è maggiormente percepito,dirottarsi verso un prodotto di alta fascia sarà la soluzione ideale per rimanere al fresco d’estate. Molti brand famosi, hanno immesso sul mercato diversi modelli multifunzionali, e quindi c’è la possibilità di scegliere tra svariati tipi e forme.Tra i tanti modelli possiamo consigliarvene alcuni tra gli ultimi messi in commercio come Olimpia Splendido Unico Twin  (costa quasi 1000€) ma funziona incredibilmente bene,soluzione ideale per uffici in centri storici o in condomini particolarmente stretti; Unico Smart 10 SF con design 100% italiano e dotato di un sistema multi filtraggio Fintek Windy 5hp Inverter che necessita solo di 1 foro d’installazione.

Siete pronti all’acquisto? Speriamo di avervi dato qualche informazione utile per la scelta del climatizzatore senza unità esterna.

Se questo articolo vi è stato utile, potrebbe interessarvi anche:

Arriva l’estate e il condizionatore diventa una necessità >>>

Climatizzatori Daikin – comfort e investimento nel futuro >>>

Se volete maggiori info non esitate a contattarci>>>

Seguiteci su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.