Come e perchè sostituire la vasca con la doccia!

Volete sostituire la vasca con doccia? Avete bisogno di più spazio in bagno? Vi possiamo suggerire alcune idee su come fare, ma sicuramente volete anche risparmiare, allora ecco per voi le soluzioni che cercavate. I benefici che potrete ricavare dalla sostituzione della vasca con la doccia e anche una panoramica sui prezzi e i tempi di sostituzione.

Innanzitutto quali sono i vantaggi?

La vostra vecchia vasca da bagno è rovinata o semplicemente non è pratica per il vostro stile di vita dunque la soluzione giusta non è lasciarla inutilizzata, ma sostituirla con un box doccia personalizzato e unico. Potete affidarvi a Italstroy: ci penseranno i nostri professionisti a fare tutti i lavori di muratura e idraulica necessari per l’installazione. È una scelta di cui non vi pentirete, perché con questa piccola sostituzione avrete pochissimo disagio in casa. Eccovi i vantaggi di cui beneficerete:

  • Risparmio di spazio: E’ facilmente intuibile che sostituire la vasca con la doccia consente di risparmiare parecchio spazio. Persino la più piccola delle vasche è più grande di un box doccia. Non è un vantaggio da poco visto che lo spazio ricavato può essere utilizzato per valorizzare l’arredamento o, più banalmente, per conferire al locale una sensazione di spaziosità.
  • Risparmio di acqua: E’ proprio vero fare la doccia comporta un dispendio di acqua minore rispetto al bagno. Sebbene il risparmio dipende poi dalle proprie abitudini.
  • Abbattimento delle barriere architettoniche: Per quanto esistano soluzioni in grado di rendere meno difficile l’accesso alla vasca, come un semplice sportello, entrare in una doccia è sempre e comunque più semplice. Un vantaggio considerevole se a utilizzare il sanitario è un anziano o una persona con difficoltà motorie.
  • Impatto estetico:I box doccia contemplano soluzioni di pregio dal punto di vista estetico in grado di non sfigurare, e anzi risultare superiori, rispetto alle vasche più raffinate.
  • Pulizia: la doccia è più facile da pulire e grazie al box le fuoriuscite di acqua sul pavimento sono limitate rispetto alla vasca.
  • Risparmio economico: trasformare la vasca in doccia è soluzione economicamente accessibile, i costi variano a secondo delle personalizzazioni richieste.

Fasi di lavorazione della sostituzione vasca con box doccia!

La sostituzione è un lavoro molto semplice con minime opere da realizzare, ecco le principali fasi per realizzarla:

  • Demolizione muretti di contenimento vasca da bagno.
  • Predisposizione piano di appoggio piatto.
  • Rifacimento scarico a pavimento.
  • Controllo della tenuta e della velocità di smaltimento acqua dello scarico della doccia.
  • Rifilatura delle piastrelle esistenti per una successiva corretta applicazione di piastrelle o pannelli.
  • Posizionamento del piatto doccia con misure minime pari a quelle delle vecchia vasca.
  • Posizionamento  di  piastrelle sulle pareti rimaste scoperte a causa della rimozione della vasca.
  • Sigillatura del piatto e delle lastre con silicone strutturale.
  • Installazione box doccia e relativi accessori quali miscelatori, aste doccia, ausili di sicurezza.
  • Sigillatura esterna ed interna del box doccia, mediante silicone specifico idrorepellente.

  Soluzioni e idee per la sostituzione! 

Sicuri di voler sostituire la vasca con la doccia? Ci sono tante idee, c’è solo l’imbarazzo della scelta, dovete fare attenzione a delle piccole accortezze come:

  • Posizione. Dove posizionare la doccia? Ovviamente dipende dalla posizione della vasca. Le alternative, comunque, sono due: in maniera lineare quando il box aderisce alla parete solo per un lato o angolare quando il box aderisce alla parete per due lati.
  • Apertura. A seconda del gusto personale del committente, ma anche della grandezza del box doccia, vi si può accedere in vari modi mediante una apertura a battente, a soffietto, scorrevole etc.
  • Materiale. Se per i profili, in genere, si sceglie l’alluminio o l’acciaio, per ciò che concerne i pannelli la scelta è abbondante. In genere, però, si opta per il cristallo (vetro temperato) o per il meno costoso Pvc.

Italstroy mette a disposizione alcune soluzioni:

Box doccia personalizzati. Il committente può “comporre liberamente” il proprio box, decidendo dimensione, posizione, apertura, materiali e accessori (es. la seduta).

Box doccia con seduta. E’ possibile dotare il proprio (futuro) box doccia con una seduta. Un accessorio, questo, di fondamentale importanza per chi, pur avendo problemi a rimanere in piedi per un tempo prolungato, non vuole rinunciare al piacere di una pratica e rapida doccia.

Box doccia di tipo Welness. Troverete a disposizione accessori avveniristici e in grado di valorizzare il momento della doccia. Per esempio, la cromoterapia, che coniuga l’effetto terapeutico e quello rilassante dell’acqua: il box viene dotato di luci che letteralmente colorano il getto.

In alternativa, o in concomitanza, è possibile scegliere box in grado di produrre dei veri e propri bagni di vapore detto “effetto sauna”.

Se volete potete visitare il nostro shop dove troverete vari modelli di box doccia, ma anche accessori, rubinetteria e altro.

Ma si può usufruire delle agevolazioni fiscali per questi lavori di ristrutturazione?

Non fatevi prendere dalle numerose pubblicità ingannevoli che presentano le agevolazioni fiscali in casi di sostituzione della vasca in doccia. Non è così. Non tutti i casi di trasformazione della vasca in doccia, infatti, possono accedere a queste agevolazioni, perché la sostituzione dei sanitari è definito un intervento di manutenzione ordinaria per la propria abitazione e non va incontro ad alcun tipo di agevolazione fiscale. Quindi per poter rendere “agevolabile” questa trasformazione ed ottenere un rimborso dell’Irpef pari al 50% della spesa sostenuta si devono realizzare interventi di manutenzione straordinaria facendo  alcuni lavori come:

  • Rifacimento degli impianti idraulico, elettrico o termico.
  • Lavori di muratura per modificare la disposizione degli spazi interni.
  • Sostituzione degli infissi.
  • Isolamento termico/acustico.

Altra condizione che vi permette di ottenere queste agevolazioni fiscali si ha quando la trasformazione della vasca in doccia permette di eliminare le cosiddette barriere architettoniche.

Parliamo di costi!

La buona notizia è che sostituire la vasca con la doccia non costa molto, anzi. Si parla, in genere, di pochissime migliaia di euro. Tanto per darvi un’idea, il prezzo applicato per la sostituzione di una vasca con una doccia gira intorno ai 1.500,00 € + Iva, ovviamente il prezzo dipende dai materiali scelti e a volte da richieste un pò particolari, in questo caso il prezzo potrebbe aumentare di qualche centinaio di euro o più. Sicuramente i prezzi sono piuttosto variabili.  Questa dinamica  può essere un vantaggio per il  committente. Consente, infatti, di risparmiare a parità di qualità. E’ sufficiente sfruttare l’arma del preventivo, ovvero chiedere una ipotesi dettagliata di costo a più imprese e fare il confronto.

Con noi di Italstroy troverete tutta l’ispirazione che state cercando per il vostro nuovo box doccia, per i sanitari, accessori, arredi e mobili più adatti al vostro ideale di bagno. Se scegliete di progettare la  stanza da bagno da zero o ristrutturarla, in modo totale o parziale, siamo pronti a darvi dei consigli, poi voi decidete e al resto ci pensiamo noi.

Per info e preventivi di manutenzione, ristrutturazione o altro vi suggeriamo di contattarci>>>>>

Troverete anche delle offerte che vi potrebbero interessare>>>>>>

Vi proponiamo inoltre alcuni interessanti post:

Sanitrit -Il bagno che non c’era>>>>>

Apriamo le porte al futuro con la Caldaia all’ Idrogeno>>>>>>

Termoarredo di design per tutte le tasche>>>>>>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un momento...

Iscriviti alla nostra Newsletter

Sconti, offerte e tantissime proposte per essere sempre aggiornato