colori

E’ tempo di ristruttrare – e voi che colore volete usare nella vostra casa?

Hai finito di ristrutturare la casa? Adesso è necessario verniciare e tinteggiare  le superfici in modo da renderla esteticamente gradevole. Tieni presente che l’estetica si abbina alla funzionalità per cui a seconda dell’ambiente si potrà scegliere  un tipo diverso di vernice e di colore. Continua a leggere l’articolo per maggiori informazioni e per consigli utili.

Colori e vernici da usare in casa e che tipo di pittura scegliere?

Se avete voglia di rinnovare lo stile della vostra abitazione non è più necessario stravolgere l’arredamento perché basta cambiare colore alle pareti per portare una ventata d’aria fresca e di novità! Naturalmente però, le pareti colorate devono seguire un certo criterio: in linea generale potete sbizzarrirvi, ma è importante anche stare attenti all’abbinamento delle varie tonalità, che devono integrarsi alla perfezione non solo tra di loro, ma anche all’arredamento! 

La scelta della pittura giusta per gli interni della tua casa  non è un compito facile visto che in commercio ci sono tantissimi prodotti ,di colori e caratteristiche diverse. Le tipologie più usate sono la pittura a tempera, gli smalti, la pittura acrilica e l’idropittura. La pittura a tempera è quella molto economica con lo svantaggio di avere poca durata perché si sfalda facilmente per questo si usa per ripostigli o cantine. Gli smalti sono delle vernici acriliche con una finitura lucida, satinata o opaca. Esistono in commercio gli smalti idrorepellenti o lavabili, perfetti per il bagno o la cucina. La pittura acrilica invece, è utilizzata per la sua veloce asciugatura e la lunga durata, può essere utilizzata su diversi tipi di pareti, han una copertura perfetta ed è facili da mantenere pulita.

L’idropittura per le pareti

Se scegliete l’idropittura sappiate che è ha un costo leggermente più alto rispetto alle altre tipologie, ma ha una lunga durata e grazie alle sue alte prestazioni è la pittura più utilizzata per pareti. E’ disponibile in versione lavabile ,traspirante e termoisolante.
L’idropittura lavabile può essere pulita tramite l’uso di un panno umido ed ha un’elevata copertura, ideale per la cucina o per la camera dei bambini. La seconda tipologia di idropittura quella traspirante è utilizzata per ambienti umidi, come il bagno, e impedisce il formarsi delle muffe.
Infine, l’idropittura termoisolante contribuisce a migliorare la coibentazione della stanza e  aiuta a combattere l’insorgenza di muffe e condensa.

Pittura antimuffa!

A causa dell’umidità si forma la muffa e spesso è difficile risolvere il problema nonostante adotti mille strategie per evitarla. L’unico modo per salvaguardare la propria famiglia e te stesso dai danni che la muffa può creare a livello di salute è ridipingere l’appartamento utilizzando le pitture antimuffa.Di solito si trovano in due tipologie: a largo spettro che  aiuta a prevenire i batteri che provocano la muffa e l’antimuffa e anticondensa, che aiuta a combattere la muffa causata da condensa.

 

Come scegliere il colore più adatto alle pareti?

Quando i colori sono coerenti tra loro e in sintonia con le forme e le luci, si crea l’atmosfera giusta.  Esistono diversi criteri per scegliere il colore adatto alle pareti della tua casa e scegliere quelli giusti aiuta a rendere la propria abitazione più armonica e adatta al proprio stile.
Un aspetto da non sottovalutare è che i colori freddi chiari riflettono più luce, aiutando ad ampliare visivamente gli spazi, mentre i colori scuri visivamente restringono lo spazio.

L’illuminazione naturale della casa e’ un fattore determinante senza alcun dubbio. Se sfruttate la luce naturale è possibile anche osare con qualche colore scuro.

C’è anche la tendenza di non colorare affatto tutte le pareti di una stanza. Sceglietene una (o due al massimo), la più adatta secondo voi, e dipingetela. Oppure, potete anche colorare delle porzioni di essa, come un pilastro e una trave, facendo risaltare in questa maniera i suoi elementi strutturali. Ma si può anche lasciare le travi e i pilastri in bianco e colorare solo la parete.

Se al contrario volete dare carattere al vostro corridoio, ripostiglio, bagno o camera, potete osare con i colori forti come antracite, giallo oppure verde petrolio e ricoprire sia le pareti che il soffitto. Pittura a scatola è veramente d’effetto!

Se l’idea di colorare le pareti non vi stuzzica, avete mai pensato di applicare una bella carta da parati per decorare la vostra abitazione e dare un tocco di novità? Si tratta di una soluzione economica perché potete metterla voi stessi alle pareti senza dover pagare un professionista e vi permetterà di ottenere delle decorazioni colorate e molto accattivanti. Ma di questo ne parliamo in un altro post.

Chi ama per la propria abitazione uno stile contemporaneo e minimalista può osare giocando con contrasti tra bianco e nero, verde e blu, griggio e turchese. Particolare attenzione va prestata ai colori delle pareti per la camera da letto, consigliamo tonalità pastello come rosa, salmone, lilla, verde-giallo, crema e beige che favoriscono un buon sonno. Non bisogna dimenticare che ogni tonalità rimanda ad un preciso stato d’animo. È fondamentale, dunque, scegliere il colore adatto in base anche all’ utilizzo della stanza.

Hai trovato l’articolo interessante? Potrebbe interessarti anche  Parquet – elemento essenziale dell’interior design >>

Se hai trovato utile questo articolo condividilo sulle nostre pagine social Facebook o Instagram oppure contattaci  per info e preventivi!

Seguiteci su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.