cogenerazione

Cogenerazione e Trigenerazione-Doppia Energia Grande Risparmio!

Gli impianti di cogenerazione e trigenerazione rappresentano una soluzione estremamente valida tendente al risparmio dei consumi e alla tutela dell’ambiente.
La Cogenerazione o la Trigenerazione? Scopriamo insieme che cos’è, come funziona e quali sono i vantaggi. Buona lettura!

COSA SIGNIFICA COGENERAZIONE E TRIGENERAZIONE?

Impianti di Cogenerazione !

Solitamente l’energia elettrica e termica vengono prodotte separatamente per cui secondo la tradizione la produzione di energia elettrica avviene tramite le centrali con elevato dispendio di  calore, mentre per produrre solo energia termica si utilizzano le caldaie. A questo punto se un’utente richiede contemporaneamente energia elettrica ed energia termica, anziché installare una caldaia e acquistare energia elettrica dalla rete, potrebbe pensare bene di istallare un’impianto cogenerativo, che produca sia energia elettrica che energia termica. Infatti gli impianti di cogenerazione nascono proprio dal tentativo di riutilizzare il calore disperso da un impianto che produce energia elettrica.I sistemi di cogenerazione vengono anche detti CHP (Combined Heat and Power) ovvero calore e potenza combinati. Un’impianto può essere definito di “cogenerazione” solo se soddisfa una serie di parametri definiti dall’ Autorità per l’Energia Elettrica.

Come funziona un’impianto di cogenerazione:

Gli impianti di cogenerazione sono realizzati  per il recupero del 65% di energia termica che normalmente viene dissipata sotto forma di calore, mentre in una centrale termica o elettrica, solo il 35% combustibile diviene elettricità. Un cogeneratore è composto da un motore a combustione tradizionale detto “motore primo”,da un generatore elettrico che converte l’energia meccanica in elettricita’ e dagli scambiatori di calore che servono a recuperare il calore disperso. I vari impianti di cogenerazione si differenziano per il tipo di “motore primo” usato,tra cui a combustione interna,a vapore,a gas e tipologie di motore piu’ moderne tra queste:

  • Turbogeneratori ORC
  • Microturbine
  • Impianti con celle a combustibile (fuel-cells)

Impianti di Trigenerazione!

Nel sistema di Trigenerazione, alla produzione di elettricità e calore si aggiunge la produzione di  energia frigorifera, fornendo acqua refrigerata fino a -60 °C utile per il condizionamento o per i processi industriali, tramite frigoriferi ad assorbimento. I sistemi di trigenerazione possono essere studiati e prodotti per funzionare con qualsiasi fonte primaria di calore. Attualmente questi sistemi sono tecnicamente maturi ed economicamente convenienti per poter essere adottati diffusamente. L’impianto è formato sostanzialmente da un cogeneratore ovvero da un motore endotermico accoppiato ad un generatore elettrico al quale viene associato un sistema che produce fluidi freddi. Questi tipi di impianti vengono applicati in strutture che presentano un fabbisogno di energia elettrica, termica e anche frigorifera.Le utenze più interessanti riguardano soprattutto il settore terziario come uffici, ospedali, università e centri polisportivi  e anche il settore industriale come il settore agro-alimentare ,dove tutte le attività produttive sono legate alla surgelazione degli alimenti e che si ritrovano a pagare bollette elettriche salatissime per l’alimentazione degli impianti frigo.

Come funziona un’impianto di trigenerazione!

Un impianto di trigenerazione, come quello di cogenerazione, è costituito da componenti principali come un “motore primo” alimentato da un combustibile ,un generatore elettrico che trasforma l’energia meccanica del “motore primo” in elettricità ,gli scambiatori di calore, per recuperare il calore disperso dal processo di generazione dell’energia elettrica e metterlo a disposizione dell’utenza sottoforma di calore  e dei frigoriferi ad assorbimento che, utilizzando una parte del calore recuperato, generano energia frigorifera.Produzione che si basa sull’ evaporazione a bassa temperatura di un fluido refrigerante, che assorbe calore dall’ acqua da refrigerare sviluppando  vapore che viene asportato facendolo assorbire da una soluzione.

Vantaggi  e Alto Rendimento Impianti di Cogenerazione!

Gli impianti di cogenerazione, come si è detto, nascono dall’ esigenza di aumentare l’efficienza dei sistemi di generazione di energia elettrica, sfruttando il calore che deve necessariamente essere dissipato dall’ impianto per altro uso (industriale o civile). Il primo vantaggio di un cogeneratore è quindi di ridurre il consumo dell’energia primaria (combustibile), dato che la stessa può essere sfruttata per produrre elettricità e calore,migliorando il rendimento e diminuendo i costi. Da ciò deriva un altro vantaggio fondamentale, legato alla salvaguardia dell’ambientediminuiscono le emissioni di sostanze inquinanti causate dalla produzione di energia termoelettrica, riducendo quindi l’impatto ambientale. Altri vantaggi meno conosciuti sono legati alle caratteristiche specifiche degli impianti di cogenerazione. Questi sono innanzitutto localizzati vicino all’ utenza (nella maggior parte dei casi), fattore che riduce le perdite di trasmissione per la distribuzione e il trasporto dell’energia.  Infine, elemento non trascurabile, al vantaggio economico derivante da minori consumi di energia primaria, si accompagnano gli incentivi di cui è possibile beneficiare se si investe in un sistema cogenerativo.

Efficienza  e Vantaggi Impianti di Trigenerazione!

Rispetto a una generazione separata dei tre principali beni energetici (elettricità, calore e freddo), la trigenerazione offre grandi risparmi energetici che hanno riscontri positivi, oltre che sulle bollette, anche sull’ intero sistema elettrico.Uno dei maggiori problemi del nostro sistema elettrico nazionale è dovuto alla notevole richiesta dei condizionatori elettrici per varie tipologie di edifici. Infatti negli ultimi anni, il picco della richiesta elettrica si verifica maggiormente in piena stagione estiva, quando entrano contemporaneamente in funzione milioni di condizionatori domestici. Da questo punto di vista, il contributo della trigenerazione può essere fondamentale per ridurre la domanda elettrica estiva e raggiungere risultati importanti in termini di risparmio energetico e riduzione dei consumi.Ulteriore vantaggio degli impianti di trigenerazione è il rendimento globale maggiore perché sfrutta di più “le entrate” di energia. In particolare riesce a sprecare meno combustibile utilizzandone una percentuale maggiore e questo la rende apprezzabile e ancora più green.

Normativa Defiscalizzazione e Incentivi!

Le norme sulla cogenerazione e sulla trigenerazione fanno riferimento sostanzialmente ad alcuni decreti.

  •  D. Lgs. 20/07 e al D.M. 4 agosto 2011, per il riconoscimento della Cogenerazione Alto Rendimento
  •  Decreto 05 settembre 2011 , per cui gli impianti ricevono un incentivo annuo (per 10 o 15 anni)  anni)  che permette di ridurre i tempi di recupero dell’investimento.
  •  Legge n. 44 del 2012 sulla “Defiscalizzazione” del gas naturale
  • D.Lgs n. 102 del 2014 che attua la Dir. 2012/27/UE sull ’Efficienza Energetica, che prevede di ridurre del 20% il consumo di energia primaria entro il 2020.

Tra le agevolazioni un fattore importante è la riduzione delle accise che gravano sul consumo di gas naturale.
Inoltre,  una parte del gas naturale utilizzato per la produzione combinata di energia elettrica e calore non è sottoposta ad accise ,grazie al parametro di defiscalizzazione!

Potrebbe interessarvi il post su PANNELLI SOLARI>>

Potrebbe interessarvi anche il post su CALDAIA A HYDROGENO >>

Per ulteriori informazioni e dettagli contattateci tramite mail info.italstroy@gmail.com oppure seguiteci su Instagram e Facebook!

Seguiteci su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.