caldaie a pellet

Caldaie a Pellet!

Avete deciso di cambiare la caldaia a gas perché consuma troppo o perché irreparabile? Volete sostituirla con una caldaia a Pellet? Allora leggete questo articolo vi chiariremo eventuali dubbi sulla scelta di un’impianto di riscaldamento di questo tipo e tutto quello che c’è da sapere.

Cosa sono le caldaie a pellet ?

Inizieremo col dirvi che le caldaie a pellet sono la soluzione ideale per riscaldare in modo ecologico ed economico tutti i tipi di edifici, da abitazioni private e condomini ad ambienti industriali o commerciali. Le caldaie a pellet, come le caldaie tradizionali, permettono di scaldare sia l’acqua, che viene fatta circolare nei termosifoni, sia quella ad uso sanitario, ma con significativi vantaggi sia in termini di impatto ambientale che di risparmio. Questo tipo di caldaie bruciano infatti esclusivamente pellet, un biocombustibile derivante dalla lavorazione del legno naturale, rinnovabile e neutro dal punto di vista delle emissioni di anidride carbonica e formato da segatura essiccata e condensata in piccoli cilindretti. In commercio si trovano altri impianti di riscaldamento a pellet come:

Termostufe a pellet che uniscono i vantaggi di una stufa tradizionale a quelli della caldaia, tutto in unico sistema.

Stufe a pellet che sono state studiate per poter riscaldare un ambiente che sia più o meno grande.

Come funzionano?

Questo tipo di caldaie sono concepite per assicurarvi il riscaldamento delle vostre abitazioni e per la produzione dell’acqua sanitaria attraverso la combustione automatica del pellet. Andiamo a scoprire come funzionano con una semplice  e sintetica descrizione. In generale il loro funzionamento è reso possibile da una centralina elettronica e da un software in modo tale che il pellet venga consumato in modo automatico, producendo e diffondendo il calore nell ’impianto di riscaldamento. Quindi prodotta l’acqua calda, questa va a finire nei termosifoni o nei  pannelli radianti a pavimento, impianto presente nelle nuove abitazioni o dopo una ristrutturazione in ogni ambiente domestico, grazie appunto al flusso di acqua calda che li attraversa. Inoltre le caldaie a pellet possono essere collegate anche a sistemi di riscaldamento come i pannelli fotovoltaici o altre tipologie di impianti di ultima generazione. Per mantenere costante il rendimento della caldaia a pellet è fondamentale la manutenzione regolare dell’impianto.  I modelli più avanzati, inoltre, sono provvisti di sistemi per la pulizia automatica che consente il compattamento delle ceneri.

 

Quali sono le differenze tra una caldaia a pellet e una stufa o termostufa a pellet?

Quando è giunto il momento di acquistare un ‘impianto di riscaldamento dovrete tenere conto delle caratteristiche e delle dimensioni dell’ambiente che sceglierete di riscaldare con questo tipo di impianto e soprattutto considerate le vostre esigenze. Le dimensioni sono importanti perché più è grande l’ambiente da riscaldare più dovrà essere grande l’impianto da installare ,cosi’ da diffondere in maniera uniforme e compatta il calore.

Non  dimenticate di considerare che la caldaia a pellet è sicuramente la scelta più conveniente per scaldare un intero appartamento o un complesso residenziale. Le caratteristiche che l’impianto deve avere per essere al massimo dell’efficienza sono:

 

  • la presenza degli scambiatori per migliorare lo scambio termico;
  • efficienza elevata con rendimento superiore al 90%;
  • robustezza del corpo caldaia;
  • elevati standard di sicurezza;
  • funzionamento automatico ( caricamento del combustibile, raccolta della cenere, funzione del bruciatore);
  • affidabilità di funzionamento;
  • compattezza delle dimensioni dell’impianto.

La stufa a pellet, a differenza della caldaia o della termostufa, è  una soluzione molto pratica, perché è veloce da installare, non occupa molto spazio ed è estremamente semplice nell’utilizzo.

La termostufa a pellet invece si presenta molto simile a una normale stufa, può essere collocata all’interno dell’abitazione stessa. In questo caso il serbatoio di pellet sarà integrato e l’autonomia molto più limitata e grazie alla funzionalità integrata di stufa il locale dove verrà installata sarà scaldato molto rapidamente.

Convenienza del pellett rispetto al gasolio e metano!

Non è necessario fare tanti calcoli matematici per capire che il pellet è più conveniente del metano e del gasolio, basta sapere che questo combustibile ha un potere calorifero più alto del metano e del gasolio ed ha un costo inferiore. Infatti, il costo del riscaldamento a pellet equivale a circa la metà di quello di un impianto a metano e addirittura a un terzo del riscaldamento di un impianto a gasolio. Senza sottovalutare che, nel caso del pellet, stiamo utilizzando un combustibile del tutto naturale che ha un bassissimo impatto ambientale. Inoltre il pellet è considerato un  combustibile vegetale e a seconda della qualità garantisce un rendimento ottimale e prestazioni elevate alla caldaia, è un materiale leggero e semplice da utilizzare.

Benefici e Inconvenienti delle caldaie a Pellet!

A differenza delle caldaie tradizionali quelle a pellet presentano diversi vantaggi,uno dei principali vantaggi è connesso all’ utilizzo del combustibile naturale che garantisce:

  • La fornitura di un elevato potere calorifico in modo del tutto naturale.
  • L’installazione di una caldaia a pellet non prevede necessariamente la modifica dellimpianto di riscaldamento già esistente.
  • Elevato rendimento (superiore al 90%).
  • Sono impianti completamente automatici.
  • Facili da usare.
  • Economici rispetto alle normali caldaie a gas o a metano.
  • Manutenzione semplice anche se necessita di attenzione e pazienza.
  • Installazione dell’impianto altrettanto semplice.

Gli svantaggi sono nettamente inferiori ai vantaggi, ma  comunque vanno valutati con attenzione e cura prima di prendere in considerazione l’acquisto:

  • La combustione del pellet produce una considerevole quantità di cenere, per questo va svuotata frequentemente.
  • Se la caldaia è grande è necessaria la presenza di una canna fumaria.
  • La caldaia a pellet è più ingombrante.
  • Necessita di un locale dove essere collocata.
  • Il pellet necessità di spazio dove depositare i sacchi (che pesano mediamente 15 Kg.) in garage o in casa.
  • La qualità del pellet utilizzato influisce anche sui costi di manutenzione della caldaia: più è elevata, meno spesso bisognerà pulire il bruciatore.

I costi di una caldaia a Pellet e le agevolazioni fiscali!

I costi da sostenere per acquistare una caldaia a pellet variano in base alla potenza termica da istallare. Dipende anche dalle dimensioni degli ambienti da riscaldare,pensate che se istallate un simile impianto in un’appartamento di 100 mq. circa bisogna collocare una caldaia di  26 kW che sarà in grado di produrre 250 litri di acqua sanitaria. In base a questi parametri indicativi il prezzo di una caldaia si aggirerà intorno ai 4.000/4.500 €, calcolando una spesa extra per l’installazione e per l’eventuale bollitore, il cui costo si aggira intorno a 1.000€. Tuttavia, se decidete di affrontare una tale spesa, ricordatevi che potete usufruire delle agevolazioni fiscali con uno sconto Irpef del 50% o del 65% a seconda che la spesa sostenuta dal contribuente rientri nel Bonus Ristrutturazioni oppure Ecobonus per il risparmio energetico. Precisamente usufruirete del 50% sulla spesa totale detraibile in 10 rate annuali se l’acquisto della caldaia avviene per ristrutturazione edilizia agevolabili con il bonus ristrutturazioni. Invece del 65% se l’acquisto e l’istallazione serve per migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione. Per essere certi di realizzare un impianto a norma di legge, è conveniente comunque richiedere un preventivo su misura ad una ditta specializzata.

 

Manutenzione e pulizia caldaia a pellet!

Le caldaie a pellet necessitano di una semplice pulizia per poter garantire sempre un regolare funzionamento e un efficiente rendimento. Importantissimo la pulizia deve sempre essere fatta con la caldaia spenta e fredda.Lo scopo è di garantire la sicurezza e l’efficienza e dei dispositivi. Si riducono le possibilità di malfunzionamenti e di emissioni inquinanti.

Si devono effettuare le seguenti operazioni:

  • Pulitura settimanale del cassetto della cenere che si trova al di sotto della camera di combustione.
  • Eliminare la cenere che si accumula in camera di combustione ed in particolare dentro al braciere che serve a permettere il libero afflusso dell’aria di combustione.
  • Pulire mensilmente la caldaia
  • Intervento del tecnico abilitato per:
  • Verificare lo stato delle guarnizioni di tenuta.
  • Pulizia della canna fumaria.
  • Controllo del passaggio dei fumi e  sistemazione dell’impianto per la rimessa in funzione.
  • Pulizia accurata delle parti interne della caldaia.

Ricordate ,dunque, che La manutenzione della caldaia a pellet è un’operazione abbastanza semplice da effettuare, ma necessaria da fare prima dell’inizio della stagione invernale.

Per concludere ,sperando che questo articolo sia stato di aiuto, le caldaie a pellet possono risultare una soluzione moderna ed efficace per risparmiare, rendersi più autonomi ed ecologicamente green.

 

Vi possiamo consigliare altri articoli che potrebbero esservi utili ,soprattutto se avete deciso di ristrutturare casa, come  ad esempio:

Riscaldamento a pavimento >>>>>>

La scelta di una caldaia a condensazione è la scelta di un futuro più sostenibile>>>>>>>>

Parquet elemento essenziale >>>>>> 

Seguiteci su facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un momento...

Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi ulteriore sconto 5% su offerte

Inoltre sarete aggiornati su tutte le offerte di caldaie e condizionatori e consigli sul nostro blog