Bagno turco-Idee per realizzare un Hammam in casa!

Ritrovare armonia e benessere tra le pareti domestiche è sicuramente diventato un trend. Negli ultimi anni la casa viene immaginata come un’angolo privato in cui proteggerci facendoci ritrovare il benessere e il relax perduto. Per questo motivo in molti desiderano realizzare un bagno turco in casa, per tonificare il proprio corpo, scaricare lo stress e le tensioni accumulate, usufruendo di un trattamento ricco di benefici senza essere costretti a recarsi presso una spa o un centro benessere. Oggi tutto questo è possibile e allora scopriamo insieme come!

Bagno turco-Idee per realizzare un Hammam in casa!

Hammam e bagno turco: cosa sono?

Conoscere le origini di un bagno turco è utile per chi si accinge a costruirne uno nella propria casa, per sapere come funziona e conoscerlo bene a fondo.

Forse molti non sono a conoscenza che il bagno turco ha origini molto antiche e pare che fosse già noto al tempo degli egizi, dei greci e addirittura dei romani.

Questi popoli, anche se in tempi remoti, ritenevano che il vapore fosse in grado di ridare vigore al corpo e allo spirito.

Più in la’ anche gli arabi adottarono questa tradizione, dando vita ai cosiddetti “Hammam” , che in arabo significa fonte di calore o vapore.

Cosa serve per costruire un bagno turco in casa?

Innanzitutto lo spazio adeguato per istallare la struttura e poi i materiali. Per realizzarlo effettivamente non serve uno spazio enorme, l’ampiezza può solo variare a seconda dei propri obiettivi. Si può optare per una superficie ristretta, che consenta di usufruire del bagno turco a una o due persone, oppure per un ambiente più grande.

Gli elementi che non possono mancare sono:

Un generatore di corrente.

Un ambiente coibentato in grado di trattenere il vapore all’interno.

Un generatore di vapore che deve garantire una temperatura di 40°celsius circa.

Gli sgabelli o una panca possibilmente riscaldata.

Elementi di chiusura in vetro, come una porta che isoli il calore dall’esterno.

Inoltre è necessario un lavabo, un miscelatore, un sifone e una piletta necessari per avere un punto dove rigenerarsi con acqua fresca.

Ma internamente cosa altro serve?

Riguardo i rivestimenti interni, vanno bene sia i mosaici che le piastrelle.

La porta e le vetrate devono essere a tenuta stagna, il pavimento impermeabilizzato con piletta di scarico e l’altezza del soffitto non deve superare i 220 cm  centimetri circa.

La cabina deve essere in vetrata per impedire la fuoriuscita del vapore e la sua dispersione. Il vetro utilizzato deve essere termico.

Il tetto della cabina è opportuno che sia spiovente per favorire il gocciolamento dell’umidità.

I benefici di un bagno turco in casa, quali sono?

Oggi, dotare un bagno di Hammam è diventato semplice, grazie alla flessibilità delle nuove tecnologie.

Il bagno turco può essere, tranquillamente, installato in casa, così da poter beneficiare di questo trattamento nella comodità e nell’ intimità della propria abitazione.

Tra i benefici del bagno turco sicuramente l’effetto più importante è quello di migliorare la circolazione sanguigna e linfatica dato che l’alta temperatura a cui è sottoposto l’organismo durante il trattamento permette ai vasi di diradarsi.

In realtà molte persone apprezzano il bagno turco per svariati motivi. Sottoporsi a questo trattamento il più delle volte ha un effetto rilassante sul sistema nervoso quindi combatte lo stress e contemporaneamente aiuta a tonificare il corpo ma il beneficio più evidente a tutti e’ quello che questo trattamento ha sulla pelle.

Perché cosa succede succede, vi statere chiedendo? Succede che il calore tende a dilatare i pori e a far sudare, in questo modo il corpo può facilmente espellere le tossine interne ma può anche purificare l’epidermide che risulterà visibilmente più liscia.


Vi sono anche controindicazioni? Quali?

Il bagno turco non è consigliato per tutti, in effetti ci sono persone che non tollerano le temperature e i tassi di umidità così elevati e possono accusare abbassamento della pressione o giramenti di testa.
Questo trattamento è sconsigliato, anche, a chi soffre di problematiche cardiovascolari, renali o alle donne durante il ciclo. In ogni caso, comunque, bisogna stare molto attenti all’idratazione, in quanto, la forte sudorazione che provoca il bagno turco può essere talmente elevata che può, appunto, farvi disidratare.

Bagno turco o Hammam?
Precisiamo innanzitutto che , oltre alle caratteristiche, sopra citate, attraverso display intuitivi che vengono collocati all’interno del bagno turco, si possono impostare varie funzioni come l’aromaterapia ( trattamento dei disturbi attraverso l’impiego di oli essenziali delle piante aromatiche,
ed è una delle tecniche della medicina naturale e alternativa od olistica ), la cromoterapia (una medicina alternativa che utilizza i colori per aiutare a trattare disturbi di diverso tipo) e la presenza di musica rilassante.
Sappiate che le aziende leader nella progettazione e nella  costruzione di Hammam sono costantemente impegnati nella ricerca di materiali e finiture in grado di fondersi con l’acqua e in grado, per questo, di generare ambienti straordinari.
Esistono diverse varianti di bagno turco realizzati in base al materiale utilizzato come cemento armato, il polistirene e la vetroresina, vediamoli nel dettaglio:
Cemento armato: la realizzazione di bagni turchi in cemento armato sono preceduti da una accurata fase di analisi progettuale nello studio di materiali e forme idonee alla collocazione all’interno di centri benessere o hotel.

Il polistirene estruso :è un prodotto innovativo che modella qualsiasi forma e dimensione, offre enormi vantaggi nella costruzione di piscine e Hammam offrendo enormi benefici dal punto di vista di isolamento termico.

Vetroresina: un bagno turco in vetroresina è costituito da una struttura prefabbricata disponibile in diverse misure e numero di sedute per adattarsi alle esigenze di spazio del cliente.

Costi da affrontare per realizzare un bagno turco!

Realizzare il sogno di avere un bagno turco in casa non è impossibile ma neanche tanto economico.

I prezzi d’acquisto iniziali diventano inoltre convenienti nel lungo periodo, dal momento che non bisognerà più uscire di casa per recarsi in un centro benessere per effettuare questi trattamenti benefici a pagamento.

Comunque per avere un’idea sui costi è conveniente chiedere ad un professionista del settore richiedendo un preventivo. Orientativamente sappiate che se si vuole costruire dall’ inizio un bagno turco, il prezzo si aggira tra i 4.000€ e  i 10.000€, mentre se si vuole adattare un vecchio box doccia aggiungendo accessori non troppo costosi si potrebbe arrivare a 1000€ circa.

 

Per info e preventivi scriveteci qui!
Oppure su: info.italstroy@gmail.com
Visitate anche il nostro Blog per tantissimi consigli!

Se vi è piaciuto il nostro articolo su

Bagno turco-Idee per realizzare un Hammam in casa!

POTETE SCOPRIRE I NOSTRI PRODOTTI WELNESS CLICCANDO QUI>

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un momento...

Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi ulteriore sconto 5% su offerte

Inoltre sarete aggiornati su tutte le offerte di caldaie e condizionatori e consigli sul nostro blog

Condizionatori Samsung Windfree con sconto fino al 45% - 2019 gas R32 con estensione di garanzia fino a 5 anni

Guarda qui